A Reggio Emilia sono stati ben felici di liberarsi di Joshua Bostic dopo alcuni dissapori tra il giocatore, coach Antimo Martino e l’ambiente biancorosso. L’esterno americano, visto in Italia per la prima volta nella stagione 2016/17 con la maglia della Pasta Reggia Caserta (8.4 ppg, 3.1 rpg e 1.3 apg), ha deciso così di cogliere l’offerta dell’Happy Casa Brindisi, a caccia di un giocatore per sostituire l’infortunato D’Angelo Harrison. Le voci che arrivavano dalla città emiliana non erano ben incoraggianti ma Bostic fin qui ha superato ogni pregiudizio e si è dimostrato una pedina importante per lo scacchiere biancazzurro oltre che un professionista e un giocatore di sistema.

Chiusa l’esperienza con l’UNAHOTELS (13.7 ppg, 4.0 rpg e 1.7 apg) il giocatore nativo di Columbus si è “presentato” al pubblico brindisino nella gara interna contro l’Allianz Trieste. Al debutto chiude con 6 punti, 3 rimbalzi e 1 assist in poco più di 13 minuti sul parquet mentre alla “prima” nella Basketball Champions League, con lo stesso minutaggio, mette a referto 8 punti, 4 rimbalzi e 2 assist contro l’Hapoel Unet-Credit Holon. Le prime due gare, vinte dall’Happy Casa Brindisi, servono a Bostic per prendere confidenza con i propri compagni e capire i meccanismi e schemi di coach Frank Vitucci. Il nuovo numero 00 di Brindisi, numero di un certo peso perchè indossato da un idolo come John Brown III, impara in fretta e il periodo di ambientamento dura davvero poco. La stella di Bostic esplode all’Unipol Arena contro la Fortitudo Bologna quando l’esterno è protagonista con 20 punti, 5 rimbalzi e 2 assist. Da quella gara il classe 1987 ha sfornato altre grandi prestazioni risultando fondamentale per i successi della compagine biancazzurra. Dal suo arrivo Brindisi ha vinto 6 gare consecutive tra Serie A e Basketball Champions League e nelle ultime 4 Josh ha viaggiato con 22.5 punti, 4.2 rimbalzi e 2.5 assist di media tirando con il 54.5% da 2, il 51.6% da 3 e il 94.7% dalla lunetta. 

Contro la Virtus Bologna gioca un’altra partita da MVP con 27 punti, 5/8 da 3, 10/10 dalla lunetta, numeri che valgono a Bostic i propri massimi nel campionato italiano. In Europa è decisivo invece contro la favorita del girone Pinar Karşıyaka (22 punti con il 43.8% dal campo) e contro il Tofas Bursa (21 punti con il 66.7 dal campo). Riavvolgendo il nastro è un peccato non aver avuto l’esterno nelle Final Eight di Coppa Italia. Brindisi però continua a viaggiare a gonfie vele in Serie A ed in Europa e il merito è anche del giocatore ex Caserta, Sassari e Reggio Emilia che con il rientro di D’Angelo Harrison difficilmente siederà in tribuna.

Foto: Vito Massagli

 2,178 Totali,  1 Oggi

Di La Stella Del Sud Basket Brindisi

La Stella Del Sud - Basket Brindisi nasce l'1 Dicembre 2013.