Frank Vitucci, coach dell’Happy Casa Brindisi, è stato intervistato da “La Provincia”. Ecco le sue dichiarazioni: 

Parziale sorpresa. “Sicuramente siamo un pochino sopra le nostre stesse migliori attese, ma al contempo ritengo che siamo pure eccessivamente sovrastimati. Di certo, al di là di ciò che fotografa la classifica, non siano la seconda potenza. Siamo partiti bene sin da Agosto e stiamo andando bene in un campionato anomalo perché abbiamo incastrato i pezzi molto velocemente. E allora rispondo che rappresentiamo una parziale sorpresa. Di buono c’è che con i risultati si è accresciuta anche la fiducia, dopodiché è risaputo che l’appetito vien mangiando”.

Il lavoro svolto. “Sono contento del fatto che anche stavolta abbiamo indovinato la scelta dei ragazzi. E dal punto di vista professionale c’è la soddisfazione di notare che anche questa si annuncia come una buona stagione per noi. Quando sono stato chiamato qui, Brindisi era ultima in classifica e poi si è salvata. Ebbene, l’anno dopo abbiamo cambiato 12 giocatori, quello seguente 9 e quello successivo 8. Insomma, siamo sempre ripartiti da capo. Segnalo anche, però, che talvolta sembriamo anche più belli di quello che in realtà siamo veramente”.

Obiettivi. L’obiettivo minimo di partenza era una salvezza senza affanni, poi l’asticella un po’ alla volta si è alzata e ora possiamo considerare di alzarla ancora anche se è un filo prematuro definire compiutamente l’obiettivo. Senza nasconderci, possiamo ammettere che le Final Eight di Coppa Italia sono già in ghiaccio e sarebbe ridicolo negarlo. Con altrettanta onestà e senza presunzione, faccio presente che nei miei tre anni a Brindisi, sarebbe la terza volta che raggiungiamo le F8. Per una realtà come la nostra un traguardo tutt’altro che scontato”.

Arriva Cantù. “Per noi è più importante questa partita di quella successiva contro Milano. Quella del collega Pancotto è squadra ben allenata e che sa giocare in maniera molto efficace. Dovremo disputare una partita accorta e giudiziosa oltre che rispettosa, cercando di restare sempre molto attenti, dispensando energia per l’intero arco del match”.

Happy Casa Brindisi, coach Vitucci: “Qui c’è molta passione e voglia di fare bene”

Foto: Vito Massagli

 348 Totali,  1 Oggi

La Stella Del Sud Basket Brindisi

Di La Stella Del Sud Basket Brindisi

La Stella Del Sud - Basket Brindisi nasce l'1 Dicembre 2013.